Skip to main content
In Vacanza con Loro In Vacanza con Loro
332326324

VERMI: UN PERICOLO SOPRATTUTTO IN ESTATE – i cestodi

I VERMI PIATTI: CESTODI Diciamo due parole sull’altra grande famiglia di fastidiosi vermi che possono infestare i nostri cani, i vermi piatti, comunemente chiamati tenie. Il ciclo di questi parassiti è differente e più complicato ma molto importante quindi spediamo due parole…I cestodi hanno un ciclo indiretto, hanno bisogno di un ospite intermedio prima di […]

Pubblicato il 15 aprile 2015

I VERMI PIATTI: CESTODI

Diciamo due parole sull’altra grande famiglia di fastidiosi vermi che possono infestare i nostri cani, i vermi piatti, comunemente chiamati tenie. Il ciclo di questi parassiti è differente e più complicato ma molto importante quindi spediamo due parole…I cestodi hanno un ciclo indiretto, hanno bisogno di un ospite intermedio prima di svilupparsi e infestare l’ospite definitivo, il cane nel nostro caso che si infesta ingerendo l’ospite intermedio; le uova sono ingerite dall’ospite intermedio, nel suo stomaco si rompono e si attivano formando delle capsule chiamate oncosfere, provviste di uncini grazie ai quali penetrano nella mucosa e raggiungono il circolo ematico o linfatico. Una volta raggiunta la sede d’elezione l’oncosfera si trasforma in una forma larvale chiamata metacestode, tra cui ricordiamo:

  1. -Cisticerco: cisti contenente un solo protoscolice invaginato (testa del parassita immersa nel liquido)
  2. -Cenuro: simile al cisticerco ma con tanti protoscolici invaginati
  3. -Idatide: grande cisti contenente liquido rivestita da un epitelio interno germinativo che produce scolici.

Queste forme larvali sono importanti poiché si possono ritrovare nell’uomo infestato!

Tra le tenie che possono infestare il cane ricordiamo Taenia multiceps e serialis sviluppano un cenuro come forma larvale, solitamente l’ospite intermedio è la pecora nel primo caso e il coniglio nel secondo ma si è ritrovato anche nel cervello umano . Taenia hydatigena, ovis e pisiformis hanno invece un cisticerco come forma larvale e rispettivamente pecore e conigli come ospiti intermedi.

Un particolare discorso va fatto per l’echinococco, uno dei cestodi più piccoli che può infestare gli animali domestici e la cui forma larvale, l’idatide, colpisce numerosi ospiti intermedi tra cui l’uomo. Gli adulti vivono nell’intestino tenue mentre le cisti idatidee principalmente nel fegato e nei polmoni, occasionalmente nel cervello. L’ospite definitivo è il cane e molti canidi selvatici nel caso di Echinococcus granulosus (ospite intermedio: ruminanti, suino, UOMO), anche il gatto per Echinococcus multilocularis (ospite intermedio: roditori, piccoli mammiferi, UOMO).

Per quanto riguarda echinococco granulosus, l’ospite intermedio d’elezione è la pecora, questo indica che le zone maggiormente a rischio sono quelle in cui ci si dedica alla pastorizia; la fonte principale di infestazione per l’uomo è dove si completa il ciclo rurale-urbano del parassita: l’uomo può ingerire le oncosfere da verdure e altri alimenti contaminati da feci di cane infestato preventivamente per aver, ad esempio, ingerito interiora di pecora parassitata.
Nell’uomo l’idatide può localizzarsi in diversi organi e va asportata chirurgicamente oltre al trattamento farmacologico. Una bella scocciature in effetti, quindi attenzione, proteggiamo i nostri cani!!!
Per quanto riguarda E. multilocularis, il ciclo è prevalentemente silvestre e si infestano prevalentemente i cacciatori e le loro famiglie per ingestione accidentale delle oncosfere sulle pellicce degli animali, occasionalmente verdura e frutta raccolti nel bosco contaminati da mammiferi selvatici possono provocare l’infestazione. Dato l’enorme serbatoio di parassiti rappresentato dagli animali selvatici il controllo delle infestazioni non è praticabile.

Chiaramente ci sono molti altri vermi tondi e piatti che possono infestare il nostro cane, qui abbiamo parlato dei più comuni, normalmente gli antiparassitari sono ad ampio spettro e proteggono per diversi parassiti:il vostro veterinario di fiducia sarà sempre a vostra disposizione per ogni ulteriore chiarimento.