Skip to main content
In Vacanza con Loro In Vacanza con Loro
332326324

Se trovi un animale vagante non ferito

In assenza di medaglietta recante un numero di telefono o di altra informazione per risalire al proprietario, ai sensi delle leggi regionali che hanno recepito la legge nazionale n.281/91 sulla tutela degli animali d’affezione e la prevenzione del randagismo, è obbligatorio denunciarne il ritrovamento presso una forza di Polizia oppure al Servizio Veterinario dell’Azienda Asl.

La denuncia certificherà peraltro la condizione di cane vagante ritrovato e servirà a perseguire il responsabile dell’eventuale abbandono.

golden-retriever-76872ATTENZIONE: non serve chiamare direttamente il canile perché purtroppo gli addetti possono intervenire solo se chiamati dall’autorità competente. Quindi chiamate Vigili Urbani e i Servizi Veterinari delle ASL, se questi non possono intervenire chiamate le Guardie Zoofile.

In alternativa, unitamente al verbale della Pubblica Autorità, il cane vagante potrà essere consegnato alla struttura di accoglienza – pubblica o privata convenzionata – competente per territorio ovvero al canile municipale o al canile convenzionato con il Comune sul cui territorio è stato ritrovato il cane.

Chi consegna il cane a una struttura pubblica non accompagnato da regolare denuncia ne diventa automaticamente il nuovo proprietario e sarà tenuto a pagare tutte le spese sanitarie e di mantenimento presso la struttura stessa. Potrà essere la struttura, in assenza di posto o prendendo atto dell’esplicita volontà della persona che l’ha trovato, a predisporre un affidamento provvisorio in attesa delle indagini sul ritrovamento frutto di un abbandono o uno smarrimento. Se il cane si trova su una sede stradale o nei pressi e può essere un pericolo per sé e per gli altri, per evitare un possibile incidente automobilistico chiamate immediatamente la Polizia Stradale presso la Polizia di Stato (tel. 113) o, per le strade urbane, la Polizia Locale presso il centralino del Comune o della Provincia. Non stupitevi se troverete un’infinità di ostacoli e non desistete!!!

Nel caso incontriate un cane vagante

Un cane smarrito ha un comportamento molto tipico e riconoscibile: è spaesato, si muove in modo confuso, non ha una direzione, spesso insegue i passanti. Se si incontra un cane che manifesta questi atteggiamenti, quasi sicuramente si tratta di
un cane smarrito. Avere a che fare con un cane spaventato non è sempre facile; quindi agite con la massima prudenza.

Questi i consigli di base:

  • Chiamare aiuto senza urlare e senza agitarvi per non impaurire ulteriormente ilcane.
  • Cercate di controllare gli spostamenti dell’animale.
  • Per prendere il cane è necessario infondere fiducia. Come? Per esempio, chiamandolo restando accucciati. Evitare, assolutamente, i movimenti bruschi e gli scatti. Spaventano l’animale. Bisogna muoversi lentamente. Se il cane è diffidente,dobbiamo essere disposti a perderci anche delle mezz’ore. Bisogna avere pazienza. Parlare col cane. Tranquillizzarlo. Tentare piano di avvicinarlo e accarezzarlo. È del tutto controproducente corrergli incontro. Naturalmente, fondamentale è toglierlo dalla situazione di rischio. È necessario attrarlo verso un’area sicura, come ad esempio in mezzo a un campo, e allontanarlo dalla strada. L’ideale sarebbe avere sempre in auto una scatoletta di cibo e un guinzaglio. Offrire del cibo è spesso una mossa vincente.
  • Verificare, incolumità vostra permettendo, se possiede un collare con una medaglietta oppure se è tatuato nell’orecchio o all’interno della coscia.
  • Compilate dei volantini ed esponeteli nel luogo del ritrovamento, indicando il numero di telefono di chi ha deciso di occuparsi del cane.
  • Pubblicate un messaggio sulla bacheca di siti web che si occupano di smarrimenti e ritrovamenti.
  • Avvertite le associazioni per la difesa degli animali presenti nella zona e i rifugi, fornendo una dettagliata descrizione dell’animale e comunicando l’eventuale numero di microchip.

InVacanzaConLoro12B_web02Nel caso incontriate un gatto vagante

L’iter da seguire è analogo a quello del ritrovamento del cane vagante. È necessario appurare con la massima attenzione che il gatto sia stato effettivamente smarrito o abbandonato o al contrario non faccia parte di una colonia felina o semplicemente un girovago a passeggio.

Una volta avvicinato puoi fare due cose: contattare le associazioni di volontariato per eventuali iter da seguire; oppure portarlo dal veterinario che controllerà il suo stato di salute e ti darà le indicazioni su come occuparti di lui.
Attenzione: a differenza del cane, il gatto non ha obbligo di iscrizione all’anagrafe e quindi, anche se si è perso e non è stato abbandonato, è difficile risalire al suo proprietario.

Solo i gatti che hanno il “Passaporto europeo per animali domestici” devono avere obbligatoriamente un microchip. Prova a mettere dei cartelli in giro nell’area dove lo hai ritrovato o senti il veterinario di zona.