Skip to main content
In Vacanza con Loro In Vacanza con Loro
332326324

E COL CALDO ARRIVANO ZECCHE E PULCI…

…ecco qualche “dritta” per difendere al meglio i nostri amici a quattrozampe Iniziamo con la PULICOSI e per capirci qualcosa cerchiamo di scoprire come e dove vivono le pulci, come si riproducono, le loro tappe evolutive e il loro ciclo biologico. La durata media del ciclo biologico va dai 21 ai 28 giorni. Le pulci […]

Pubblicato il 29 aprile 2015

…ecco qualche “dritta” per difendere al meglio i nostri amici a quattrozampe

Iniziamo con la PULICOSI e per capirci qualcosa cerchiamo di scoprire come e dove vivono le pulci, come si riproducono, le loro tappe evolutive e il loro ciclo biologico.
La durata media del ciclo biologico va dai 21 ai 28 giorni.
Le pulci adulte vivono, si nutrono e si accoppiano sull’ospite e sempre sui nostri amici a quattro zampe depositano le uova che si disperdono nell’ambiente generando larve.
E ora due parole per quanto riguarda le manifestazioni cliniche.
L’infestazione di pulci non va mai sottovalutata soprattutto sui cuccioli; questi parassiti si annidano in particolar modo sulla parte del collo e del dorso.
Nel caso il vostro cane sia “ assalito “ dalle pulci, magari perchè si è rotolato in un bel prato o ha avuto contatto con animali infetti, basta acquistare uno dei tanti prodotti spray o a pipetta (spot on) a mettere su tutto il corpo del cane e aspettare qualche giorno. Sicuramente gli ospiti indesiderati si daranno alla fuga.
Attenzione che il nostro cane non sia completamente invaso e di conseguenza non abbia ingerito una grande quantità di pulci; questi terribili animaletti sono causa di anemie causate da un altro parassita (la tenia) che, una volta comparso a livello intestinale, potrà essere debellato grazie all’aiuto del nostro veterinario curante che ci saprà dare indicazioni sulla terapia giusta.

PERICOLO ZECCHE
Le zecche, come le pulci sono parassiti esterni degli animali domestici e selvatici, che possono determinare nel soggetto colpito una serie di problemi più o meno gravi.
Le zecche succhiano il sangue dell’ospite e poi si accoppiano generando uova che rimangono attaccate la pelo fino all’apertura.
Il problema delle zecche è che possono vivere anche al sotto di 10/12 gradi e al di sopra dei 25/30 gradi e possono rimanere diveerso tempo senza cibarsi.
Le malattie più frequenti che possono dare le zecche sono:
– anemia
– piroplasmosi
L’anemia provoca nel cane una forte perdita di sangue. Il nostro amico risulterà debole, avrà ritardi nell’accrescimento, accompagnati da un forte dimagrimento.
La piroplasmosi , che è dovuta a un parassita che uccide i globuli rossi, si evidenzia invece con mancanza di appetito, febbre alta, tremori.
Anche per le zecche è opportuno fare un trattamento antiparassitario direttamente sul pelo del cane (spot on o spray a seconda delle preferenze).
Esistono in commercio, inoltre, anche prodotti di tipo naturale ( come l’aglio in scaglie) che ingeriti dal cane fanno produrre alla pelle un odore che le pulci e le zecche non sopportano, o che spruzzati sul pelo (olio di neem, per esempio) danno una protezione simile a quella delle molecole chimiche.

(con la consulenza della dottoressa Daniela Argentiero, medico veterinario)