Skip to main content
In Vacanza con Loro In Vacanza con Loro
314296294

Viaggiare con animali

Guida al trasporto della mascotte in aereo

Siamo in piena stagione vacanziera e chi non desidera partire per una destinazione esotica o più metropolitana e godersi un po’ di meritato riposo? Ma se avete un animale domestico in casa, le cose potrebbero complicarsi. Quali sono le regole delle compagnie aeree per volare con animali domestici? Quali compagnie consentono il trasporto dei nostri amici cani, gatti, criceti, e quali no? E quanto costa viaggiare in aereo con la propria mascotte?

Se proprio non volete rinunciare alle vostre vacanze estive né tantomeno lasciare il vostro migliore amico a quattro zampe ad amici e parenti, potete star tranquilli che, in caso vogliate viaggiare in aereo, molte compagnie oggi consentono di trasportare il proprio animale a bordo, in cabina o in stiva. Il nostro consiglio è quello di organizzarvi in anticipo poiché viaggiare con animali domestici richiede una pianificazione precisa e accurata.

Per prima cosa è utile sapere, ad esempio, che il servizio di trasporto animali non è offerto da tutte le compagnie aeree, le quali hanno una regolamentazione diversa riguardo alle tariffe, ai costi, al peso e alle dimensioni della gabbia. Per accelerare, dunque, la preparazione e trovare la compagnia aerea più adatta alle vostre esigenze, il comparatore prezzivoli.idealo.it ha creato una pratica infografica contenente tutte le informazioni utili per volare in compagnia del vostro animale domestico. Che dire, buona lettura e soprattutto…buone vacanze!

 

Infografica: volare con l’amico a quattro zampe

È consentito portare il cane a bordo? E se il mio animale domestico fosse invece un pesce, una tartaruga o addirittura un furetto? Come posso trasportarlo? Quale compagnia aerea è più adatta alle mie esigenze? Per rispondere ai principali quesiti intorno al tema “volare con animali al seguito”, ecco un’infografica dedicata alla vacanza pet-friendly:

 

Volare-con-animali_idealo

Viaggiare con animali al seguito: come fare per volare con cane, gatto, furetto e pesce rosso

AirEuropa ci sembra essere, tra tutte, la scelta migliore se l’animale domestico è ben più esotico di un cane o un gatto, in quanto la compagnia aerea spagnola consente di volare con uccelli, pesci, tartarughe e persino furetti. Il costo oscilla dai 40 ai 200 euro a seconda del tipo di animale e delle modalità di trasporto: in cabina o in stiva. Il prezzo più basso è offerto dalla linea aerea low cost spagnola Vueling che, con biglietti a partire da 25 euro per animale, consente il trasporto rigorosamente in cabina purché ovviamente si usi il trasportino, ovvero un apposito contenitore da viaggio non rigido, provvisto di fori per la respirazione e con fondo impermeabile. Le dimensioni del trasportino consentito in cabina sono abbastanza affini a tutte le compagnie aeree, tranne Airberlin e Lufthansa le quali prevedono dimensioni leggermente superiori (55x40x23 cm). Se ancora non disponete di un trasportino può essere utile dare uno sguardo alle offerte della piattaforma online idealo per una panoramica sui prezzi, le misure e le marche di trasportini disponibili in commercio.

Il peso massimo ammesso dalla maggior parte delle compagnie aeree per ciascun trasportino è di 8 kg, mentre perAlitalia e Airberlin è di 10 kg. Nel caso in cui il vostro animale domestico abbia un peso superiore, dovrà viaggiare in stiva, a patto che non superi il peso complessivo di 100 kg (trasportino incluso). Vueling è l’unica compagnia che accetta animali domestici esclusivamente in cabina di bordo; viceversa quattro compagnie su 15 vietano il trasporto di animali, ad eccezione di cani. Le linee low-cost Ryanair e Easyjet non ammettono il trasporto di animali a bordo.

Caratteristiche del trasportino

Chi desidera viaggiare in aereo con il proprio animale domestico deve conoscere quali sono i requisiti essenziali per garantire al proprio pet un viaggio in condizioni ottimali. L’animale dovrà essere tenuto per tutto il tempo del viaggio in un apposito contenitore, il trasportino, e il suo padrone dovrà preoccuparsi di badare a lui sia prima che durante il volo. Per essere ammesso, il trasportino deve essere conforme alle seguenti norme:

  • deve disporre di fori di ventilazione di 2 cm nella parte superiore e in entrambi i lati.
  • deve essere sufficientemente largo, lungo e alto da consentire all’animale di girarsi, sdraiarsi completamente e mettersi a quattro zampe.
  • deve essere abbastanza resistente da proteggere l’animale in caso di urti.
  • la porta deve avere un’ottima chiusura di sicurezza per evitare che si apra durante il viaggio.

Inoltre, ricordiamo che gli animali, per poter viaggiare, devono sempre disporre di un passaporto europeo rilasciato da un veterinario, un microchip inserito sottopelle e un documento che attesta il loro stato di salute. Animali di età inferiore ai 3 mesi, quindi non ancora sottoposti a vaccino antirabbico, non possono viaggiare in Europa. Si associano a tale categoria anche animali in stato estrale e in gravidanza.

Per ulteriori approfondimenti sulle norme di trasporto degli animali negli stati dell’Unione Europea, consigliamo di leggere con attenzione le indicazioni fornite in proposito dal Ministero della Salute: In viaggio all’estero – Stati membri dell’Unione Europea.